Preparazione precampionato: la 1^ settimana

a cura di Gianni Cedolini: Preparatore fisico esperto in basket, ciclismo, tennis, nuoto.

Tempo di programmi in vista dei prossimi appuntamenti sportivi che caraterizzeranno la stagione. Quest’estate ho trascorso dei piacevoli momenti culturali discutendo con un allenatore professionista di pallavolo sulle tematiche legate alla preparazione fisica in particolare sulla necessità degli allenamenti sport specifici.

Tra le varie discussioni affrontate una in particolare ha acceso le nostre competenze riguardo al periodo precampionato, in particolare alla necessità di individuare un programma funzionale per i giocatori che si apprestano ad affrontare una stagione lunga e impegnativa come ogni sport di squadra richiede.

La mia esperienza mi consiglia di suddividere il primo periodo di lavoro in 4 microcicli settimanali dove , in sintesi, esporrò gli obiettivi e le problematiche che possono emergere durante il lavoro.

1^ settimana:
Necessità: individualizzare il lavoro in funzione di come si presentano i giocatori al raduno. Nonostante la buona volontà e le indicazioni che ciascun preparatore ha avuto per mantenere un minimo di forma anche nel perodo di vacanza i giocatori si rpesentano nelle più svariate condizioni siano essi professionisti, dilettanti o giovani.
Ha senso proporre una serie di test funzionali valutandoli già dal primo giorno? Secondo me no per il semplice motivo che la prima settimana deve trascorrere come una sorta di warmup stagionale dove il livello di intensità e il volume di allenamento deve essere molto basso e consentire a tutti di attivare muscoli, articolazioni e movimenti con proposte a carattere generale.
Numero Sedute: 1 seduta di allenamento giornaliera di 2 h di cui 1 h parte fisica e 1 h parte tecnica
Proposte parte sport specifico: trattamento di palla, fondamentali individuali, impostanzione gioco attacco con tattica senza contatto e in forma di esercitazione.
Proposte parte fisica:
necessità di preparare l’atleta sia dal punto di vista muscolare che metabolico con allenamenti a carattere generale, inserimento delle metodiche di prevenzione dei maggiori infortuni,
Obiettivi: attivazione dinamica con andature di corsa e corsa continua , tecniche di stretching, movimenti funzionali a carico naturale , esercitazioni di stabilizzazione articolazioni coinvolte nel gioco, core training.

Seguirà l’articolo dedicato alle settimane successive, per informazioni o consulenza contattare via mail Gianni Cedolini info@preparazioneatletica.it

 

 

 

Condividi
    Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>