Archivi categoria: Senza categoria

La preparazione del calcio a 5

L’obiettivo principale dell’allenamento sportivo è il miglioramento della prestazione legato, questo, al
rendimento competitivo, in tale ambito la quantificazione del carico allenante risulta di grande importanza
per la programmazione di una efficace preparazione. Per una corretta programmazione è necessario conoscere le sollecitazioni imposte dalla competizione per poi definire i contenuti dei carichi di lavoro specifici di ciascun atleta. Affinché si sviluppino adattamenti è necessario che ci siano stimoli, e dell’allenamento sportivo gli stimoli sono gli esercizi fisici. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

la preparazione fisica del nuoto

La preparazione fisica del NUOTO è un argomento molto interessante al quale vorrei dedicare ampio spazio a seguito di un esperienza veramente importante che ho avuto negli ultimi anni seguendo le categorie giovanili in palestra con ottimi risultati. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Camp Basket alta qualificazione

Experience summer camp ,in collaborazione con NBC Italia Camps, organizza  Camp Basket dedicati ai cestisti tra i 6 e i 18 anni, che permettono di abbinare una fondamentale esperienza sportiva a momenti di motivante socializzazione e di puro divertimento, il tutto all’interno di contesti paesaggistici di inestimabile valore. Lo staff tecnico proveniente dalle più importanti realtà della pallacanestro italiana ed europea svilupperà le capacità tecniche e tattiche dei giovani campioni. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La preparazione a secco per un giovane ciclista

Con questo articolo introduttivo vorrei far chiarezza su un tema di grande attualità: la preparazione fisica del ciclista attraverso l’allenamento funzionale, tanto di moda oggi, è ciò che risponde appieno alle esigenze dell’atleta sia dal punto di vista biomeccanico/movimento che dal punto di vista metabolico/energetico.La ricerca della tipologia di movimento, che il ciclismo richiede, risulta prioritaria per definire i percorsi metodologici adatti all’abilitazione delle qualità fisiche che un corridore deve possedere per ottenere una performance adeguata alle sue aspettative.Il movimento assume quindi un significato più ampio del termine, rivolgendosi all’aspetto coordinativo, condizionale ed anche preventivo; in questo modo fulcro dell’azione motoria sarà lo stesso movimento e non il singolo muscolo, in quanto, anche dal punto di vista anatomico, il sistema muscolare è collegato in catene tra gli stessi muscoli e le fasce che li contengono coinvolgendo così anche le articolazioni. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

 Workshop Neuromuscular Competences: Advanced Analysis, Training and Performance

Accademia Preparatori Fisici – Organizza un  Workshop dal titolo: Neuromuscular Competences: Advanced Analysis, Training and Performance. Sabato 21 Dicembre, Torre Annunziata (NA). Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Joy of moving

Educational per gli insegnanti di attività motoria nella scuola primaria. Joy of moving è un metodo educativo – creato sulla base di evidenze scientifiche – che pone al centro il bambino e consente di migliorarne le competenze motorie, cognitive emozionali e sociali, in modo da accrescerne le abilità di vita, attraverso la variabilità della pratica. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Valutare per programmare: l’utile utilizzo dei test.

Il ciclismo è un’attività sportiva che offre una serie di parametri misurabili legati al mezzo o al corridore.
TEST SPECIFICI: si intende ogni valutazione che ha come riferimento il modello prestativo quindi sempre in bicicletta in condizioni come in gara. (strada o fuoristrada) I test su cicloergometro NON hanno le stesse caratteristiche ma possono dare comunque una serie di dati di riferimento per analizzare le capacità del corridore. I test devono dare una serie di indicazioni oggettive che serviranno per impostare un programma di lavoro specifico e personalizzato che vada a migliorare le qualità del corridore. I parametri che posso utilizzare sono: distanza – tempo – RPM – Watt – Fc cardiaca – velocità
TEST FUNZIONALI GENERALI: al contrario dei test specifici  su bicicletta i test generali danno un quadro sulle caratteristiche antropometriche o sulle capacità di eseguire dei movimenti a secco che possono aiutare a programmare il lavoro in palestra riferito al potenziamento oppure alla mobilità articolare o allungamento muscolare.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Valutiamo poi programmiamo

Scopriamo di che cosa hanno bisogno i nostri giovani. La scelta dei test di valutazione è da sempre orientata verso la prestazione: rapidità, resistenza e forza più o meno specifici. Ma la BASE che contraddistingue la prestazione è la SALUTE perciò noi tecnici abbiamo il dovere di orientare l’allenamento verso la PREVENZIONE. per questo è fondamentale scoprire le disabilità dei nostri atleti perchè porteranno , a lungo andare, ad uno stress fisico che provocherà infortuni. A mio parere lo SQUAT TEST su 1 GAMBA ci da un riscontro immediato sul comportamento del ginocchio in una situazione di carico. Nei corridori è frequente trovare situazioni di instabilità. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il rischio del superallenamento

Nello sport competitivo e di elevata prestazione per lo sviluppo della capacità di prestazione sportiva, è essenziale allenarsi duramente. Per migliorare in modo ottimale, però, l’atleta dovrebbe essere in grado non soltanto di allenarsi intensamente, ma anche di riposarsi adeguatamente dopo l’allenamento: normalmente sono sufficienti ventiquattro ore. Però, se ci si allena due o tre volte al giorno per vari giorni, come avviene, ad esempio, in un allenamento a blocchi, sono poi necessari da uno a due giorni di recupero Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Proteine e sedute di forza

Discussioni e articoli scientifici studiano l’apporto delle proteine in funzione dello sforzo muscolare in particolare nelle sedute di forza.
Oltre alla quantità e al tipo di proteine, i tempi e la distribuzione proteica durante il giorno, possono modulare i tassi di sintesi proteica. Una distribuzione uniforme dell’assunzione nella giornata, stimola la sintesi della proteica fino a 24 ore in più, rispetto una distribuzione sbilanciata durante il giorno. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento